IL CRUSCOTTO GLOBALE DELL’AZIENDA ESTERA

Progetto di consulenza
“Il cruscotto globale dell’azienda estera”
Conoscere agevolmente l’andamento dell’intero comparto aziendale all’estero

La sintesi dell’intervento
L’intervento risponde al bisogno della dirigenza di avere il controllo sull’intero comparto aziendale del sito estero. Fondamentale è quindi il concetto di sintesi per rispondere alla classica domanda “come sta andando laggiù e perché?”.
Tutto ruota intorno alla comprensione degli aspetti fondamentali della gestione dell’azienda specifica. Questi aspetti verranno poi trasformati in elementi misurabili ed inseriti in uno strumento a disposizione dell’imprenditore o del dirigente, italiano o locale.
La particolarità dell’intervento risiede in questi due aspetti salienti:
– andare dall’analisi della complessità aziendale del sito estero alla sintesi di un cruscotto pratico ed immediato, per avere subito il “polso della situazione”
– trasformare situazioni talvolta sfuggenti, appena percepibili e spesso slegate da un concetto monetario, in elementi misurabili.

I sintomi della sua necessità
Chi dirige l’azienda in loco, ovvero la proprietà italiana, ha la percezione che “qualche cosa sfugga di mano”.  Anche se supportato da report, bilanci, grafici, numeri talvolta in eccesso, ha la sensazione che manchi la sintesi, che, alla fine, vi siano troppe risposte, parziali, condizionate, con troppi “distinguo”.
Si guarda l’azienda all’estero e si vedono investimenti, persone, complessità di ogni tipo: Si sente, quindi, la necessità di qualcosa che raccolga questa globalità in una sintesi per capire e decidere di conseguenza, e tutto questo anche se geograficamente lontani.

Lo svolgimento dell’intervento
L’aspetto fondamentale dell’intervento è il passaggio analisi – sintesi. Per questo motivo la prima parte è dedicata all’analisi. Viene effettuata una verifica dell’attività del sito estero, della sua competitività, della strategia che si vuole perseguire, delle performance dei concorrenti.
In accordo con la dirigenza, italiana o locale, viene definito l’insieme di risultati che permette di rappresentare l’obiettivo da conseguire. Questi risultati vengono poi convertiti in indicatori che ne rappresentino il loro raggiungimento. Con un sapiente dosaggio di indicatori, viene raggiunta la sintesi richiesta. Essendo l’azienda un organismo complesso e articolato, tanto più se all’estero, il sistema non produrrà una verità numerica assoluta, ma fornirà certe ed affidabili linee di tendenza, ampiamente sufficienti per la presa di decisioni anche a distanza.
Il tutto viene creato con strumenti informatici appositi, ovvero utilizzando, ove esistenti presso l’azienda estera, strumenti di business intelligence.

Le risorse umane coinvolte
L’intervento coinvolge la dirigenza, italiana e locale, nella parte di comprensione delle sue esigenze e delle sue strategie.

Le risorse umane a livello operativo verranno coinvolte per quanto concerne l’elaborazione tecnica degli indicatori e l’afflusso dei dati. La dirigenza, in quanto destinatario principale dello strumento, verrà nuovamente coinvolta per la verifica finale del progetto e per le eventuali calibrature del sistema.
Come in ogni progetto di Farnetani Estero Consulting si tenderà a limitare al massimo l’impatto sull’attività ordinaria dell’azienda, alternando le persone coinvolte, limitandone l’impiego, ed ottimizzando l’interazione con il consulente in base alle esigenze lavorative dei singoli operatori.

I tempi
L’intervento può avere una durata dalle dieci alle quindici giornate di lavoro di un consulente, in base alle dimensioni e alla complessità dell’azienda. In ogni caso la durata dell’intervento viene concordata sulla base di un apposito preventivo.  Le giornate vengono scadenzate in base alle esigenze operative dell’azienda estera.

I vantaggi conseguiti
Imprenditori e dirigenti della sede estera hanno a disposizione un cruscotto di indicatori che forniscono, singolarmente e nel loro insieme, un utile ed immediato riscontro dell’andamento dell’azienda. Risultati conseguiti e problematiche riscontrate appaiono non in termini generali, ma numerici, permettendo una presa di decisioni basata su riscontri oggettivi.

Gli sviluppi futuri
Il sistema può essere sviluppato ed affinato nelle fasi successive sotto molti aspetti.

Può essere aumentato il numero di indicatori, ovvero ottimizzato ed ulteriormente informatizzato il flusso di dati per limitare l’impegno delle risorse umane.
Può costituire uno sviluppo la definizione di una strategia, se non esistente, definendo linee che il sistema possa monitorare per verificarne il rispetto. Anche il controllo di gestione può essere coinvolto in uno sviluppo futuro, elaborando, se non presente, un sistema di budget da fondere nel cruscotto.